Padre ALDO MARCHESINI
Medico e Missionario Dehoniano a Quelimane (Mozambico)
Sito Ufficiale
Giovedí  23-11-2017   ore  23:11    Buona Notte   IP 54.80.146.251
(Auguri a Padre Aldo per i suoi 43 anni di attività in Mozambico!)

Torna alle notizie 2017

03-2011

Breve soggiorno italiano di Padre Aldo
(Marzo 2011)
Padre Aldo è stato in Italia dal 27 febbraio al 24 marzo, per tutti i suoi controlli medici, per visitare alcune persone amiche e per prendere contatti con diverse realtà italiane, come ci aveva già preannunciato nelle sue lettere.
Giovedì è rientrato in Mozambico e da là ci ha inviato un primo saluto, che vi alleghiamo.(qui)
In Italia ha fatto tappa a Milano, Bologna, Firenze e Roma, dove ha visitato amici e parenti, nonché una vecchia suora di clausura, ormai immobile e muta, che da anni offre la sua malattia per lui e lo sostiene con la preghiera.
Tornato a Bologna, ha celebrato la Messa in san Carlo, con i parrocchiani e gli amici che da tanti anni lo sostengono e gli vogliono bene.
Si è poi sottoposto a tutti i gli accertamenti clinici, che si sono rivelati buoni e soddisfacenti, con l'unica eccezione del trombo alla gamba sinistra, che richiede ancora cure e gambaletto elastico..
Ha anche assistito alla tumulazione definitiva del babbo, che era un po' l'evento centrale attorno a cui dovevano ruotare gli altri impegni.

Infine è sceso a Catania per un incontro pubblico all'Istituto Oncologico del Mediterraneo (vedi documentazione) e per tanti colloqui personali con i medici di quella struttura, che gli hanno promesso una fattiva collaborazione con il suo ospedale. Già a Pasqua il dottor Giuffrida, uno degli organizzatori di questo meeting, si recherà a Quelimane per 15 giorni, per prendere atto della situazione e organizzare in modo concreto la collaborazione di amicizia..

Un salto a Modena, per incontrarsi con un Rotary che da tempo lo sostiene con offerte per l'acquisto del siero contro la rabbia (vedi), e poi ultima tappa a Milano.
Qui ha celebrato la I messa di Quaresima nella parrocchia della Santissima Trinità e ha iniziato un gemellaggio con quel Gruppo Missionario per la costruzione del nuovo orfanotrofio del Ruace; collaborazione che dovrebbe prolungarsi per 5 anni e che dovrebbe portare alla costruzione delle prime casette. Sul sito a breve potrà ascoltarsi l'omelia di padre Aldo, che ci dà una panoramica su quella realtà (qui).

Naturalmente in questo periodo ha pranzato e cenato con parenti ed amici, in tutte le città dove si è recato, e si è spinto fin sul lago d'Iseo per incontrare una famiglia cui è molto legato; se qualcuno non è riuscito a vederlo o a sentirlo è per l'impossibilità fisica di dividersi in due! Lo avevano invitato anche a Lamporecchio ad una serata di musica e poesie, organizzata per raccogliere fondi per lui, ma non è stato possibile: potete prendere visione della locandina e ascoltare una lettura di un brano scritto da Aldo tanto tempo fa, visitando il sito (qui).

Ha fatto anche numerosi acquisti, il più importante dei quali è un nuovo apparecchio per produrre l'ossigeno, il cui costo si aggira sui 12/13.000 euro e che dovrebbe partire in un container ai primi di aprile; e poi cateteri vescicali, normali e sovra pubici, filo per sutura, cateteri centrali venosi, aghi per peridurale, cerotti e... denti! Senza contare le medicine e le strisce per la determinazione della glicemia, e gli sfigmomanometri che sono già in viaggio per Quelimane.
E' riuscito anche ad acquistare un computer più e veloce e leggero di quello che aveva, alquanto scassato; ma questo grazie ad un amico che gli ha fatto una accurata ricerca di mercato e gli ha dedicato alcuni pomeriggi di paziente lavoro per renderlo perfettamente funzionale secondo le sue necessità.
Torna al menu
Utenti online