Padre ALDO MARCHESINI
Medico e Missionario Dehoniano a Quelimane (Mozambico)
Sito Ufficiale
Giovedí  23-11-2017   ore  23:14    Buona Notte   IP 54.80.146.251
(Auguri a Padre Aldo per i suoi 43 anni di attività in Mozambico!)

Torna alle notizie 2017

10-2004
Ottobre 2004
GRANDE RICONOSCIMENTO SCIENTIFICO INTERNAZIONALE: Padre Aldo invitato al Congresso di Durban (Sudafrica)
Padre Aldo è stato invitato a presentare una relazione al Congresso di Ginecologia di Durban (Sudafrica) con viaggio pagato dall'istituzione che ha organizzato il convegno, il famoso Karolinska Institutet di Stoccolma, (Svezia).
Questo è un importantissimo riconoscimento scientifico all'autorità che Padre Aldo si è conquistata nel settore della chirurgia delle fistole vescico-vaginali, in campo internazionale.
Complimenti vivissimi, Aldo!

Settembre 2004
Premiazione di Padre Aldo da parte della Società Medica del Mozambico
Una immagine della premiazione di Padre Aldo. Ecco il suo commento:
La cerimonia della premiazione è stata molto bella, solenne ed affettuosa. Si è svolta in una cornice maestosa: il palazzo dei congressi, inaugurato un mese fa con la riunione dei capi di stato dell’Africa.
Siamo stati premiati in 15, di cui tre alla memoria. Di due sono stato amico: il Dr. Jaime Arroz di Tete, specialista in malattia del sonno, che andai a operare ad una fistola vescico cutanea soprapubica nel 95, e il secondo è il Dr Gagneaux, svizzero, ucciso in un'imboscata durante la guerra, come Fr. Alfredo.
La cerimonia è consistita in una serie di brevi discorsi ufficiali, da parte del presidente dell'Assemblea dell'Associazione Medica, del cardinale di Maputo e dello Sheicco Aminudine, capo dei mussulmani del Mozambico.
Ogni premiato è stato presentato con una serie di diapositive in Power Point, con notizie sulla sua vita ed attività, unendo foto dell'infanzia e della gioventù, oltre che ad attuali. A tutti è stato consegnato un diploma d'onore, la medaglia solenne dell'associazione ed una fascia con la scritta Associazione Medica del Mozambico. A me l'ha consegnata il cardinale, mentre ognuno ha avuto un padrino o madrina da cui ricevere l’onorificenza.


Torna al menu
Utenti online