Padre ALDO MARCHESINI
Medico e Missionario Dehoniano a Quelimane (Mozambico)
Sito Ufficiale
Sabato  25-11-2017   ore  6:49    Buongiorno   IP 54.81.139.56
(Auguri a Padre Aldo per i suoi 43 anni di attività in Mozambico!)
torna alla pagina generale Progetti

Provincia Mozambicana dei Sacerdoti del Sacro Cuore
Comunità S.C.J. del Centro Dehoniano di Quelimane
PROGETTO "AIUTARE GLI ULTIMI"

La situazione sociale del Mozambico sta lentamente migliorando nella sua globalità e a livello di macroeconomia. Tuttavia, quella che tutti qui in Mozambico, chiamiamo la "Povertà assoluta" è ancora diffusissima ed attinge una percentuale vicino al 50%.
Tutti capiamo che la classica elemosina, cioè un aiuto concreto a fondo perduto, non potrà mai risolvere una situazione di povertà assoluta. Bisognerebbe poter inventare attività capaci di far diventare lavoratore chi non riesce, con tutta la buona volontà, a trovare una qualsiasi attività lucrativa.

Per noi, che lavoriamo a stretto contatto con i malati di AIDS e le loro famiglie, con le numerosissime madri senza marito, le quali, oltre ai loro due o tre figli ne hanno presi con sé altri tre o quattro, figli orfani dei loro fratelli e sorelle, appare evidente la presenza di tantissime situazioni in cui è urgente tendere una mano, come fece Gesù con Pietro che affondava.
Da anni, perciò, oltre che accettare di dare un piccolo capitale a chi chiede di fare un rivenditore ambulante, o cose del genere, abbiamo selezionato, visitando in casa e conoscendo le situazioni reali, una serie di famiglie senza alcuna risorsa, a cui abbiamo cominciato a dare un contributo mensile fisso, per evitare che tutti i giorni stiano in fila davanti alla porta della nostra casa. Chi segue questa attività, chiamata "Centro di ascolto" è padre Gabriele Bedosti, scj.

Al centro di ascolto confluiscono anche molti altri casi di necessitati che chiedono un aiuto estemporaneo per superare una necessità urgente.
Tutta questa attività di solidarietà è sostenuta dalle offerte che confluiscono nel cosiddetto "Fundo sade", che provvede alle varie necessità legate all'attività dell'Hospital Provincial de Quelimane.
Finora non si è mai tentato di presentare alla buona volontà dei benefattori un progetto specifico. quello che cerchiamo di fare ora, col progetto "Aiutare gli ultimi".
I costi in euro sono arrotondati, considerando che il valore di 1 € oscilla costantemente fra 32 Mt e 35 Mt (meticais = moneta mozambico)

Aiuto fisso mensile alle famiglie più indigenti. I contributi oscillano fra i 300 Mt (9€)e i 500 Mt(15 €).
Sono aiutate finora circa un centinaio di famiglie. Facendo una media di 400Mt (12 €), dà un totale di circa 1200 € al mese.
Piccolo capitale per iniziare un'attività lucrativa 5.000 Mt= 150 €

Aiuti "piccole emergenze", di cui riporto una piccola serie dei casi più frequenti.
Pagamento della "matricola" (iscrizione)scolastica che esiste solo dalla 8 alla 12 classe ed è di 150 Mt = 4 €
Confezionamento della divisa scolastica: camicia (2 m. di panno=50Mt), calzoni o gonna (1,20 m di panno forte: 100 Mt) sarto artigiano 150Mt, per un totale di 300 Mt (9 €)
Quaderni e biro. Li compriamo all'ingrosso: cartoni di 280 quaderni a 980 Mt (30€) e scatole di 50 biro a 150 Mt (4€)
Emergenza mangiare. la più frequente: le mamme senza marito vengono a chiedere di pagare una Latta (20kg) di mais a 250 Mt (8 €) e macinarla al mulino a 50 Mt (2 €), per un totale di 300 Mt (10 €). Con questa farina di mais vanno avanti a mangiare due o tre settimane.
Prigionieri del carcere che hanno scontato la pena e chiedono il biglietto per tornare a casa.
I distretti variano dai 100 ai 450 km di distanza, potendo considerare un contributo medio di 500 Mt, che comprende anche un po' di soldi per mangiare durante il viaggio. Equivale a 15 €. Se ne presentano cinque o sei al mese.
Fare i documenti da presentare per chiedere un impiego o rifare il " biglietto d'identità" perché scaduto. Una media di 300-350 Mt (10 €)
Una morte improvvisa in famiglia: bisogna comprare la bara e pagare il trasporto al cimitero. Normalmente trova la famiglia sprovveduta, che va alla ricerca di aiuti qui e là. Una bara costa 1.000 Mt (30 €)
Un viaggio imprevisto e urgente: un genitore defunto lontano o gravemente malato. In genere vengono a chiedere per viaggi fuori della provincia, che costano dai 500 Mt ai 1000 Mt (15-30 €, media 20 €)

offerta  e  tipo di aiuto
4 € Pagamento della "matricola scolastica"
4 € Una scatola di 50 biro
9 € Una divisa scolastica camicia, più calzoni o gonna
10 € Emergenza mangiare: 20 kg di farina di mais
10 € Spesa per fare i documenti
12 € Aiuto di un mese ad una famiglia indigente
15 € Viaggio di ritorno a casa di un carcerato dopo la pena
20 € Viaggio per motivi familiari d'emergenza
30 € Uno scatolone di 280 quaderni di scuola
30 € Bara per parente morto
150 € Piccolo capitale per inizio attività lucrativa
1.200 € Un mese di aiuti fissi alle 100 famiglie in lista
CARIM
(Medical Support for Africa)
IBAN IT 20 W 06285 02402 CC0867463371
Agenzia di viale Oriani, 2, 401 BOLOGNA


Quelimane, 27 febbraio 2009

Il Responsabile del progetto

_____________________________________
P. Aldo Marchesini, scj

torna alla pagina generale Progetti         vai al Listino Offerte
( modificato in data 17-3-2010)
Torna al menu
Utenti online