Padre ALDO MARCHESINI
Medico e Missionario Dehoniano a Quelimane (Mozambico)
Sito Ufficiale
Sabato  25-11-2017   ore  6:50    Buongiorno   IP 54.81.139.56
(Auguri a Padre Aldo per i suoi 43 anni di attività in Mozambico!)
Archivio delle lettere di Padre Aldo a partire dal 10-12-00
Clicca sul nome del file scelto per leggerne ora il contenuto, oppure clicca qui per scaricare
tutte le vecchie lettere dal 10-12-00 al 20-07-16 in formato compresso ZIP (KB 274,8)[2006]

LETTERE

dal 10-12-00 al 28-05-01

dal 29-05-01 al 22-11-01

dal 02-12-01 al 29-04-02

dal 03-05-02 al 28-11-02

dal 07-12-02 al 07-09-03

dal 14-09-03 al 04-01-04

dal 20-01-04 al 14-04-04

dal 08-05-04 al 14-12-04

dal 02-03-05 al 10-09-05

dal 23-09-05 al 05-02-06

dal 24-02-06 al 12-11-06

dal 10-12-06 al 31-03-07

dal 29-05-07 al 12-11-07

dal 24-11-07 al 05-09-08

dal 27-01-09 al 20-03-09

dal 16-05-09 al 27-09-09

dal 12-04-10 al 30-05-10


Padre Aldo
Qui sono archiviate le raccolte delle lettere di Padre Aldo a partire dalla data di origine del presente sito.
Qui è contenuta una importante storia di alta professionalità, di grande altruismo, una cronaca quasi quotidiana degli enormi problemi di un popolo senza colpa e della silenziosa ed eroica lotta di un piccolo grande medico che, incurante delle difficoltà, riesce a curare persone malate grazie all'aiuto di molti benefattori.
Una storia da rileggere e da non dimenticare.


LETTERE

dal 16-11-10 al 23-01-11

dal 11-04-11 al 12-06-11

dal 14-07-11 al 03-12-11

dal 24-12-11 al 14-03-12

dal 25-05-12 al 18-08-12

dal 22-06-13 al 13-07-13

dal 22-06-13 al 20-09-13

dal 22-10-13 al 01-12-13

dal 08-12-13 al 10-03-14

dal 22-03-14 al 21-09-14

dal 02-10-14 al 27-11-14

dal 13-12-14 al 17-02-15

dal 04-06-15 al 29-08-15

dal 06-10-15 al 23-11-15

dal 20-02-16 al -.t-xt

dal 26-03-16 al 13-06-16

dal 25-06-16 al 20-07-16

dal 29-05-07 al 12-11-07
lettere Quelimane, 29-5-2007. Cara Maria Teresa, con tutte le cose da fare e le urgenze che premono, mi siedo al computer solo pochi minuti al giorno. è inevitabile che il ritmo della nostra corrispondenza ne risenta. Grazie per avermi spedito gli sfigmomanometri, l'efedrina e il naloxone. Cerca, se possibile, 1) Kenacort retard o equivalente; 2) Spironolattone da 25 mg da solo o in associazione con furosemide (in tal caso si chiama Lasitone). Ho due pazienti che ne usano una pillola a testa tutti i giorni. Grazie e buona notte!
Quelimane, 20-6-2007. Caro Andrea , ti ringrazio per la tua lettera con le riflessioni sulla materia e sull'energia. Il concetto di energia come indivisibile mattone dell'universo è affascinante. Ti ho letto mentre mi facevo la barba con il rasoio elettrico: è l'unico tempo libero che m'è rimasto. Ieri dovrebbe essere arrivato a Maputo il collega cubano Leandro. Speriamo che non si perda nei meandri della capitale.
Quelimane, 23-6-2007. Approfitto di un breve pomeriggio di respiro per mandarvi due righe dopo il mese eroico. Debbo dire di aver resistito bene e di aver scoperto, con non celato ottimismo, che sono più vicino agli antichi 30 che ai recenti 60 anni! Il promesso chirurgo è ancora promesso. Il tecnico Rosário, che doveva terminare il corso di baccelliere il 31 maggio, lo terminerà il 30 giugno. Il dr Leandro che doveva riprendere servizio a metà giugno tornerà a Quelimane domani 24 e quindi la prossima settimana dovremmo essere in tre: Leandro, Rosário e io. Le ultime urgenze sono state a grappolo, cioè a gruppi di due o tre alla volta, per cui mi sono quasi sempre trovato a intervenire chirurgicamente tutti i pomeriggi e sere di lunedì, mercoledì e venerdì, operando fino alle 14 i casi di elezione e proseguendo fino a sera inoltrata con le urgenze. Per tutto il mese ho pranzato in sala operatoria, senza tornare a casa, risparmiando così un paio d'ore.
Alcuni casi difficili mi hanno richiesto 4 o 5 ore di operazione. Due sono morti il giorno dopo e due sono ancora vivi. Uno è un anziano di 78 anni con volvolo del sigma e torsione della flessura splenica del colon, che è già andato a casa. Il secondo caso di sopravvivenza è quello di una neonata senza ano, a cui ho fatto una colostomia che ha richiesto un allungamento dell'incisione per riuscire a portar fuori l'ansa del trasverso. L'incisione, con le feci che uscivano dalla colostomia, s'è infettata e ha fatto deiscenza: esposizione delle anse e perforazione. Operata una prima volta in 4 ore, ha recidivato la deiscenza e le perforazioni. L'ho rioperata ieri in quasi 5 ore. Ormai non aveva più un pezzo di parete addominale per la retrazione e l'infezione. Ho applicato per la prima volta la tecnica del "sacco di Bogotà". Consiste nel tappare con una "pezza" fatta di parete di una sacca di fleboclisi. Spero che funzioni. Oggi sta bene, vedremo nei prossimi giorni. Domani arriverà Leandro e spero di poter andare all'Assemblea di Milevàne dal 2 al 6 luglio. Un caro saluto a tutti e buone vacanze!
Quelimane, 30-6-2007. Finalmente sono fuori dalle urgenze da stamani alle 7. è arrivato il dr Leandro (cubano) e si è offerto di prendere il mio posto nel turno di urgenza di oggi sabato. Lunedì mattina partirò per Milevane, passando da Alto Molocuè, per salutare il tecnico di chirurgia, gli strumentisti e gli anestesisti. L'Assemblea dei padri dehoniani sarà martedì, mercoledì e giovedì. Venerdì 6 luglio 2007 ritornerò a Quelimane e sabato 7 riprenderò il lavoro in ospedale.
Ho deciso di fare anch'io dei giorni d'urgenza, perché l'esperienza di essere soltanto in due nel pronto soccorso è molto dura e non desidero che gli altri due si sobbarchino all'intero peso, mentre io rimango sempre di fuori. Il mio primo turno d'urgenza sarà lunedì 9 e poi ne farò due per settimana. Quando a Quelimane arriverà il nuovo chirurgo, allora potrò restare affatto fuori dalle urgenze.
Questo pomeriggio mi sono seduto per la prima volta (dopo il mio rientro dall'Italia) al tavolino e ho scoperto tante cose dimenticate: libretti, lettere e piccoli oggetti che avevo messo lì la sera del mio ritorno a Quelimane. Mi sono reso conto che questi due mesi sono stati un unico tempo indivisibile. Farò un viaggio interiore per rivisitare da spettatore il tempo delle urgenze e intenderne il significato nascosto. Ho avuto sprazzi di luce ogni tanto, ma senza la possibilità di fermarmi a interiorizzarli come avrei desiderato. Sono stati messi in isolamento. Ma vorrei ritirarli fuori. Ora vado a letto. Domani celebrerò la messa nel carcere di Quelimane.
Dopodomani andrò a Milevane.
Quelimane, 4-7-2007. Carissimi, vi scrivo da Quelimane, dove mi trovo per riprendermi dall'attacco di malaria di domenica sera, alla vigilia del viaggio a Milevane. Sono partiti tutti, tranne me. Sono dispensato dal lavoro fino a venerdì compreso. La malaria è arrivata al momento giusto, 36 ore dopo l'ultima urgenza e alla vigilia del viaggio. Mi sono così trovato ad avere inaspettatamente 5 giorni per riposare in casa, senza impegni ufficiali e libero da appuntamenti o scadenze. Poter stare a letto mi è di grande conforto, anche se dovrò recuperare con sudore le operazioni cancellate e le visite mediche rimandate. Ho cominciato a sentire il tipico malessere, la febbre e le mialgie, accompagnate da indisposizione di stomaco e diarrea domenica poco prima della messa delle 18:30 in parrocchia. Non c'era un altro padre a cui potessi chiedere di sostituirmi, per cui sono andato in chiesa. Mentre indossavo i paramenti, è arrivato un padre diocesano di passaggio da Pebane, che doveva celebrare ancora la messa e così è rimasto lui solo e io sono andato a letto. Non mi sentivo di andare all'ospedale per fare lo striscio del sangue per la ricerca del plasmodio. Non avevo dubbi sulla natura del malessere. Ho sùbito preso la prima dose di fansidar e artesunate. Sono Sono rimasto a letto tutto il lunedì, fino a martedì a pranzo. Da ieri sono senza febbre e la diarrea è cessata. Solo lo stomaco è ancora rivoltato. Mi sento un po' acciaccato, ma ho ancora tre giorni di riposo assoluto per riprendermi.
[...] Ho approfittato per cominciare il libro mandatomi da Andrea, mio fratello, Mondi paralleli, che mi sta appassionando per i nuovi orizzonti che la fisica moderna apre sulla cosmologia. Quante scoperte in questi ultimi anni! Spero di utilizzare bene questi giorni di riposo per cancellare anche lo stress delle urgenze ripetute. Sabato prossimo tornerà da Maputo il tecnico di chirurgia, ora baccelliere. Ma dovrà andare al Gurúè a fine mese per sostituire il tecnico di là che andrà al corso.
Quelimane, 22-7-2007. Questa è una domenica che si preannuncia calma. Sono il titolare delle urgenze di oggi, ma il baccelliere in chirurgia Hilário, appena ritornato dal corso di promozione tenutosi a Maputo, mi sostituisce. Siamo stati insieme un'ora e mezzo stamani, per vedere i malati sottoposti ad attenzione speciale. Poi sono tornato a casa, mentre lui è rimasto per occuparsi del pronto soccorso. Dovrei rimanere tranquillo tutto il giorno.
Anche ieri pomeriggio ho avuto qualche ora di calma. Ne ho approfittato per fare una pulizia radicale della mia stanza. Ci sono parecchi pacchi di medicinali ancora da esaminare, dividere e mettere in ordine. In parte li porterò all'ospedale, in parte li utilizzerò io direttamente assegnandole ai miei pazienti nelle visite ambulatoriali. Vado sempre con due capienti borse da viaggio piene di medicine divise per tipo, ciascuno in un sacchetto di nylon trasparente, del tipo usato per alimenti o biancheria. Ho trovato questo sistema molto efficiente. Per guadagnare spazio, tolgo i blisters dalle scatole e li unisco in pacchettini da una settimana (gli antibiotici), da un mese o due (gli anti ipertensivi). A parte tengo le pomate. Gli aiuti da parte vostra non mancano e sono molto utili. Mi risolvono moltissimi problemi, specialmente nel campo degli anti ipertensivi e degli antibiotici.
In questi giorni Quelimane è al centro dell'attenzione del Paese, perche si stanno svolgendo i Giochi Scolastici, per studenti fra i 12 e i 16 anni. Sono in duemila. Tutta la città è mobilitata. Noi della sanità siamo in perenne allérta. Abbiamo montato dei posti di soccorso con turni per le due settimane di durata dell'evento.
Ieri è passato il Presidente della Repubblica per inaugurare la nuova rete idrica della città, che ha cominciato a erogare acqua a pressione (fino agli ultimi piani delle case) per 24 ore al giorno. Da più di trent'anni l'acqua arrivava a pressione zero due o tre ore al mattino e due o tre alla sera. è una grande conquista. è stato inaugurato anche il sistema di fibre ottiche. Ci si può già collegare. L'impresa che fornisce il servizio è la TDM, l'Azienda telefonica nazionale, ma il costo è ancora abbastanza elevato e ha l'inconveniente che, se uno viaggia o se porta il computer al lavoro, non potrà accedere alla rete in nessun modo: il numero di telefono di casa è l'unica porta d'entrata e d'uscita. Per il momento, pertanto, non sono interessato alla cosa.
Quelimane, 30-7-2007. Ora sono qui a Quelimane due tecnici di passaggio fino a metà agosto, i quali mi alleggeriranno il peso delle urgenze per un breve periodo. Così tirerò il fiato. La mia salute è complessivamente buona. L'ultimo controllo dei CD4 ha dato 420, con leggero aumento rispetto ai 411 di aprile. Saprò il valore della carica virale fra alcuni giorni. Sto cercando di rimettermi in pari con tutti gli arretrati accumulati durante lo tsunami delle urgenze: lettere, medicine da ordinare, casi da studiare ecc.
Quelimane, 30-7-2007. Caro Sig. Davide, so che ormai in Italia è tutto chiuso, ma il computer non dimentica. Lei troverà questa e-mail alla ripresa delle attività. Temo che, lasciando trascorrere un mese, mi passino di mente certi particolari. Vorrei acquistare alcune parti del resettore prostatico. Ora abbiamo un urologo specialista di Cuba, molto bravo nella chirurgia endoscopica. Ogni giorno opera due resezioni prostatiche per via uretrale, per cui avremmo bisogno di:
1) una nuova camicia 27241 BO 24CH;
2) 24 elettrodi per la resezione 27040 G 24CH;
3) 8 cavetti di connessione fra elettroresettore ed elettrobisturi (non riesco a trovare la referenza); si bruciano spesso;
4) 2 pere di gomma per la pompa di Ellick; nel caso che non si possano comprare a parte, allora 1 nuova pompa di Ellick completa.
Al pagamento e all'invio del materiale in Mozambico provvederanno, come al solito, l'MSA [Medical Support for Africa] e mia sorella Maria Teresa Salioni, a cui mando copia di quest'ordine per conoscenza.
Quelimane, 30-7-2007. Caro Sig. Lanzoni, la informo che i due ventilatori Bird sono già stati assemblati con i relativi compressori e ora sono in attesa di essere spediti con il prossimo container. Molte grazie. Le chiederei ora un favore. L'immagine che le invio si riferisce al "cuore" della lampada scialitica Berchtold Cromophare C-571. Come può vedere, una delle due lampadine è solo appoggiata perché il supporto metallico di fissazione si è rovinato ed è inutilizzabile. è una scialitica molto buona e il nostro elettricista mi dice che bisognerebbe far arrivare la parte metallica per fissare la seconda lampadina o, nel caso che ciò non sia possibile, comprare un nuovo blocco completo di scorta. Occorrerebbe poi ordinare una dozzina di lampadine, perché si fulminano facilmente. Ho pensato che tramite la sua esperienza sia possibile risalire alla ditta che fabbrica la scialitica e ordinare i ricambi.
P. Aldo Marchesini
Quelimane, 30-7-2007. Gent.ma Sig.ra Nanni, grazie per i due aspiratori, che sono già in piena funzione! Inoltre vorrei acquistare alcuni manipoli per elettrocoagulatore Excell del tipo "comando a mano" (non a pedale). Hanno una vita relativamente breve. Ho scoperto che sono "universali", cioè si adattano a tutti gli altri elettrobisturi del blocco operatorio, che sono di varie marche ed epoche. Operiamo in quattro letti contemporaneamente una quindicina di pazienti per seduta. Abbiamo perciò bisogno di una quarantina almeno di tali manipoli del tipo fornito con elettrobisturi Excell.
Quelimane, 3-8-2007. Caro don Gianluigi [parroco di Levanto], ho saputo che anche quest'anno lei pensa di dedicare la giornata missionaria dell'Assunta al mio ospedale. Avrei un piccolo progetto da concretare: l'acquisto di uno strumento di chirurgia che trasforma le fette di pelle (che si prelevano dalle cosce per fare i trapianti negli ustionati) in reti a maglie abbastanza grandi, in modo che con la stessa quantità di pelle prelevata si possono coprire superfici fino a 4 volte più ampie. Qui a Quelimane facciamo spesso trapianti di pelle, a causa di una brutta abitudine diffusa tra gli strati più poveri della popolazione. Quando nei mesi freddi si accendono i fuochi dentro le capanne e ci si sdraia di notte accanto alle braci, è facile che un lembo di panno o di coperta prenda fuoco e chi sta dormendo si svegli avvolto dalle fiamme. Per la maggior parte si tratta di bambini oppure di malati di epilessia (malattia qui frequente, conseguenza dei parti distòcici).
Facciamo trapianti anche per riepitelizzare le ampie aree rimaste senza pelle, dopo il drenaggio di grandi ascessi e piomiositi (ascessi intramuscolari profondi), che sono una delle numerose complicazioni dell'immunodeficienza da HIV. Nonostante si sia iniziata la terapia gratuita per tutti coloro che si scoprono malati di AIDS, questo virus è la causa di oltre metà dei ricoveri in ospedale e contende alla malaria e all'anemia il primato delle morti intraospedaliere. Questo tipo di trapianti avviene durante tutto l'anno. Non saprei dire il costo esatto di una taglierina di pelle per trapianti, ma dovrebbe costare attorno ai 1500 euro. Nel caso che la raccolta sia più abbondante, impiegheremo il sovrappiù per fare capanne destinate ai senzatetto e agl'indigenti . Ce n'è una richiesta continua, che riusciamo a soddisfare quando ci sono le offerte. Una capanna costa tra i 130 e i 150 euro. Concludo pregandola di salutare i vecchi parrocchiani che mi conoscono e di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alle numerose iniziative del passato e che vorranno continuare a farlo in futuro. Un abbraccio in Cristo Signore.
Quelimane, 5-8-2007. Cara Maria Teresa, il pacchetto con la neostigmina è arrivato. [...] Qui a Quelimane dovrebbe giungere un alunno di chirurgia in agosto e restare un anno e mezzo. All'inizio sarà faticoso, ma poi aiuterà molto. In questo mese farò 10 urgenze.
Quelimane, 30-8-2007. Cara Maria Teresa, potresti mandarmi mille euro per le spese straordinarie dei vari progetti? Ti sarei grato. Qui le urgenze sono sempre alle porte. In settembre saremo in due per una dozzina di giorni. Per ora mi sento in forze. Debbo eliminare tutti gli sprechi di energie fisiche.
Quelimane, 1-9-2007. Ho inviato al ministro della salute una lettera in cui chiedo di rinnovare il contratto, con la clausola di non fare più urgenze. L'ho spedita per via gerarchica, attraverso il direttore dell'ospedale e il direttore provinciale. Sono ormai convinto di non avere più l'età per le urgenze. Oggi è arrivato in visita il direttore nazionale dell'assistenza medica, a cui ho parlato dello stesso argomento. Mi ha assicurato che la mia richiesta sarà esaudita. Ha aggiunto di aver ricevuto conferma dell'arrivo imminente di un gruppetto di chirurghi, di cui uno sarebbe destinato a Quelimane. Da quanto ho capìto, sono cubani. Al suo arrivo, dovrei essere esonerato dalle urgenze. [...] Un'altra novità è l'imminente arrivo della banda larga nella Sagrada Família. Vorremmo sottoscrivere il contratto da mille meticais al mese (circa 30 euro) che dà diritto a 1 gigabyte di download al mese alla velocità di 128 kilobytes in entrata e 64 in uscita. Se si oltrepassa questo limite, si pagano 2 euro ogni 100 megabytes in più. Avremo 4 terminali per 4 computers e in più il wireless per un numero imprecisato di utenti che abbiano questa funzione nel loro laptop. Appena saremo connessi, vi scriverò. Spero che la banda larga migliori il collegamento via Skipe. Il mio computer ha la web camera incorporata e anche voi potreste metterla esterna con un prezzo molto basso. Potremmo così vederci e parlarci senza spendere nulla, anche in tre contemporaneamente. [...] Il lavoro è sempre molto. La maggior parte di esso è dovuto ai malati che arrivano dai distretti. La mia salute comunque va bene. Ieri ero d'urgenza. Alle 0:45 mi hanno chiamato al pronto soccorso per un trauma cranico. Ho perso qualche ora di sonno, ma cercherò di recuperare.
Quelimane, 10-9-2007. Questa è la prima e-mail a banda larga che scrivo e questo è il mio nuovo indirizzo di posta elettronica: . Ho molto sonno arretrato, per cui oggi mi fermo qui.
Quelimane, 11-9-2007. Cara Maria Teresa, ieri, 10 sett. 2007, ho lavorato tutto il giorno e ho proseguito per tutta la notte fino a stamani alle 5. Mi sono alzato alle 10 e ho passato in visita il reparto, poi ho pranzato, dormito 20 minuti e visitato più di 30 pazienti, fino alle 19. Sono ancora stordito dalla fatica. Ho letto il tuo messaggio, ma ti responderò in un altro momento. Buona notte.
Quelimane, 2-10-2007. Smaltisco l'urgenza di ieri, iniziata alle 7 e finita alle 24. Un'operazione dietro l'altra.
Quelimane, 14-10-2007. Caro sig. Davide, le scrivo per le ottiche da 30º di cui le parlai in passato. Me ne servirebbero due: la prima è per l'ospedale di Quelimane, in sostituzione di un'ottica che non funziona bene; la seconda è per l'ospedale centrale di Bèira, dove vado a operare due volte all'anno. Il direttore di quel nosocomio mi ha detto che non ha la possibilità di pagarne il prezzo. Perciò ho deciso, d'accordo con l'MSA [Medical Support for Africa, onlus], di donarla. Può mandargliela senza lo scambio con l'ottica vecchia? Lei mi aveva detto che avrebbe praticato lo sconto anche senza la contemporanea resa di quella mal funzionante (che comunque le farò avere al più presto tramite il primo viaggiatore per Bologna). La ringrazio.
Quelimane, 20-10-2007. Un saluto di corsa. Sto per andare all'aeroporto; destinazione: Bèira. Non ho tempo per riordinare la camera. Corro così come sono, dopo aver appena finito di preparare un power point sulle fistole vescico-vaginali per gli alunni dell'ospedale di Beira che preparano l'esame di chirurgia presso la locale università cattolica di medicina. Continuo a sentirmi bene. A Beira resterò fino a sabato sera [27-10-2007, n.d.r.]. Alle ore 20 di sabato andrò a Maputo e di lì domenica alle 11 partirò per Quelimane. Non ci sono voli diretti da Beira a Quelimane il sabato e la domenica.
Quelimane, 5-11-2007. Il mio lungo silenzio è dovuto al fatto che sono stato a Beira 8 giorni. Abbiamo operato 25 pazienti con successo. Ormai i miei alunni sono bravi e risolvono casi difficili anche senza il mio aiuto. Questo è per me di grande soddisfazione. Ora a Quelimane non faccio urgenze dall'inizio di ottobre e sto mettendomi in pari lentamente con tutte le cose rimaste in sospeso in questi mesi di frenetico lavoro a causa delle urgenze. La mia salute è buona, a parte un grosso raffreddore che però sta spegnendosi. è arrivata la prima "zampata" del solleone. Oggi 42ºC. Fra due settimane farò i controlli dei CD4 e della carica virale. Vi saluto tutti con affetto.
Bologna, 6-11-2007. Carissimo padre Aldo, ti scrivo riguardo al container di materiale sanitario che stiamo predisponendo per l'Ospedale di Quelimane. Il 16 novembre prossimo il container sarà caricato da Ferrara. Avremmo bisogno di sapere se sei riuscito ad avere l'esenzione dalle tasse doganali. Intanto, ti invio in allegato la distinta della merce disponibile. Così puoi procedere alla richiesta, anche se non sappiamo ancora esattamente se tutto questo materiale, per il grande volume che occupa, starà nel container. Pensiamo di dare priorità alla merce evidenziata e riempire lo spazio rimanente con quello che ci starà. Ti aggiornerò non appena l'operazione di carico sarà completata.
Rosy PMO [= Progetto Mozambico Onlus, Bologna]
Quelimane, 7-11-2007. Carissima Rosy, ho ricevuto la lettera e la lista allegata. Come sai, quando informai il direttore provinciale questi mi disse che c'era una disposizione per cui, se un container o qualsiasi altro donativo diventava proprietà della Direzione provinciale della salute, si otteneva l'esonero dalla dogana. Bisogna che il PMO presenti una fattura pro-forma con l'elenco del materiale contenuto, assieme a una dichiarazione di donazione. Dopo di che, il direttore otterrà l'esonero. Inoltre, in merito agli apparecchi per l'ospedale (ventilatori automatici completi di compressori, aspiratori elettrici, un cardiotocografo fetale ecc.), che ora giacciono al Segretariato Missioni di Milano, sarebbe oltremodo importante che entrassero nel container! Perciò mando questa e-mail anche a padre Onorio, segretario delle missioni, a p. Antonio, procuratore, e a mia sorella, che ha le mani in pasta. Attendo anche la lista definitiva del materiale stivato nel container per tradurla in portoghese e presentarla al direttore provinciale. Faccio notare il mio nuovo indirizzo di e-mail:
padre.aldomar@gmail.com
Grazie e a presto.
Padre Aldo.
Quelimane, 11-11-2007. Carissimi, un'altra settimana è passata, veloce come il vento. Dopo il caldo eccezionale sono arrivate, come sempre accade, piogge torrenziali. Dai 42ºC siamo passati ai 25ºC. La televisione ha annunciato che questo sarà un anno di precipitazioni eccezionali e che si correrà il pericolo di inondazioni e di cicloni nel canale del Mozambico. La protezione civile è già in stato di allérta. Inoltre, il combustibile è cresciuto di un terzo nell'ultimo anno e i prezzi legati ai trasporti hanno avuto un'impennata. Ultimamente s'è verificato un altro disastro: la produzione del biocombustibile dal mais ha fatto quasi raddoppiare il prezzo del mais, che è il cibo base della grande maggioranza degli africani, quello che "riempie la pancia". La gente è al limite della disperazione. Non sa come fare. Tutte le cose che accadono alla fine si riducono in un danno per i più poveri.
Quelimane, 12-11-2007. Cara Maria Teresa, ti presento una lista di cose di cui avrei bisogno. Non so se ti sarà facile procurarle. Mando copia di questo elenco anche al dr Stefano Boriani che potrà forse suggerire le vie giuste.
1) 50 cateteri venosi centrali per adulti;
2) 50 cateteri venosi centrali per bambini;
3) 1 desalinizzatore per l'acqua da usare nelle autoclavi verticali. Ne abbiamo uno con due colonne nelle quali si mette una resina, da sostituire ogni tanto. L'acqua entra nella prima colonna, poi passa nella seconda ed esce da un rubinetto. Ormai è inutilizzabile, a meno che si trovi la resina da mettere nelle colonne. Vedrò di mandarvi una foto dell'apparecchio;
4) solfato di bario per clisteri opachi e Rx esofago per 50 esami;
5) urovison per urografia intravenosa e per isterosalpingografia per 50 esami;
6) una decina di maglie di rete sintetica per fare plastiche di ernie.
Per ora è tutto. Grazie mille! Sto leggendo con interesse il libro che mi hai inviato: WILLIGS JAGER, L'essenza della vita. Il risveglio della consapevolezza nella vita spirituale. Sono conferenze e meditazioni fatte in varie occasioni, molto attraenti. [...] Sono arrivate le due ottiche di Zaccanti. Oggi ne mando una all'ospedale di Beira. Sono giunte anche le agende del 2008 e vari palloni. Grazie a te, Maria Teresa, e a Stefano per l'acquisto e l'invio. [...] Dal 25 al 28 novembre andrò a Milange, per aprire le casse con il materiale per attrezzare la sala operatoria locale. Dal 7 al 21 dicembre farò 15 giorni di ferie. Penso di andare a Milevane per un viaggio interiore che sto cercando di fare da tanto tempo, senza mai riuscirci, a causa delle urgenze. Comincio già a sognare a occhi aperti... Un caro saluto a tutti. E grazie ai benefattori.
Padre Aldo Marchesini

N. B.: Nella prossima dichiarazione dei redditi sarà possibile destinare il cinque per mille dell'irpef all'onlus MSA, il cui codice fiscale è 91184390374. Basterà apporre la propria firma nello spazio dedicato al « sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni » e scrivere il codice fiscale del beneficiario. L'Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale Medical Support for Africa, CF 91184390374, destina il denaro così raccolto al finanziamento delle iniziative umanitarie promosse da padre Aldo [n.d.r.].
Non costa nulla al cittadino, è lo Stato che ha deciso di rinunciare al 5‰ delle entrate fiscali a favore delle ONLUS. Se non firmi per MSA, i soldi andranno a qualche altra organizzazione di cui non sai nulla. Firma quindi per l'MSA!!
( modificato in data 3-12-2012)
Torna al menu
Utenti online