Padre ALDO MARCHESINI
Medico e Missionario Dehoniano a Quelimane (Mozambico)
Sito Ufficiale
Sabato  25-11-2017   ore  6:51    Buongiorno   IP 54.81.139.56
(Auguri a Padre Aldo per i suoi 43 anni di attività in Mozambico!)
Archivio delle lettere di Padre Aldo a partire dal 10-12-00
Clicca sul nome del file scelto per leggerne ora il contenuto, oppure clicca qui per scaricare
tutte le vecchie lettere dal 10-12-00 al 20-07-16 in formato compresso ZIP (KB 274,8)[2006]

LETTERE

dal 10-12-00 al 28-05-01

dal 29-05-01 al 22-11-01

dal 02-12-01 al 29-04-02

dal 03-05-02 al 28-11-02

dal 07-12-02 al 07-09-03

dal 14-09-03 al 04-01-04

dal 20-01-04 al 14-04-04

dal 08-05-04 al 14-12-04

dal 02-03-05 al 10-09-05

dal 23-09-05 al 05-02-06

dal 24-02-06 al 12-11-06

dal 10-12-06 al 31-03-07

dal 29-05-07 al 12-11-07

dal 24-11-07 al 05-09-08

dal 27-01-09 al 20-03-09

dal 16-05-09 al 27-09-09

dal 12-04-10 al 30-05-10


Padre Aldo
Qui sono archiviate le raccolte delle lettere di Padre Aldo a partire dalla data di origine del presente sito.
Qui è contenuta una importante storia di alta professionalità, di grande altruismo, una cronaca quasi quotidiana degli enormi problemi di un popolo senza colpa e della silenziosa ed eroica lotta di un piccolo grande medico che, incurante delle difficoltà, riesce a curare persone malate grazie all'aiuto di molti benefattori.
Una storia da rileggere e da non dimenticare.


LETTERE

dal 16-11-10 al 23-01-11

dal 11-04-11 al 12-06-11

dal 14-07-11 al 03-12-11

dal 24-12-11 al 14-03-12

dal 25-05-12 al 18-08-12

dal 22-06-13 al 13-07-13

dal 22-06-13 al 20-09-13

dal 22-10-13 al 01-12-13

dal 08-12-13 al 10-03-14

dal 22-03-14 al 21-09-14

dal 02-10-14 al 27-11-14

dal 13-12-14 al 17-02-15

dal 04-06-15 al 29-08-15

dal 06-10-15 al 23-11-15

dal 20-02-16 al -.t-xt

dal 26-03-16 al 13-06-16

dal 25-06-16 al 20-07-16

dal 23-09-05 al 05-02-06
Quelimane, 23-9-2005

Cara Maria Teresa,
le sacche per colostomia con la bocca regolabile sono più utili, perché si possono adattare a tutte le situazioni. Tuttavia anche quelle da 4 cm sono molto buone, essendo questo il diametro più usato. Il sig. Franchini ha portato tanti regali per i bambini e per noi. Grazie delle svegliette, molto funzionali e comode, del rasoio, dei libri, insomma di tutto. Alla dogana i funzionari gli hanno chiesto cosa fosse il quadro che aveva con sé. " È il quadro della Madonna per l'orfanotrofio ". " Allora passi pure " e non gli hanno ispezionato nulla.


Quelimane, 24-9-2005

Sto partendo per Gurúè assieme a Franchini. Ieri abbiamo fatto foto e filmati all'Aldeia da Paz [Villaggio della Pace, dove vivono le bambine adottabili a distanza, n.d.r.]. Oggi visiteremo la Casa Arcobaleno a Gurúè e domani a Ruace. Torneremo lunedì.


Maputo, 29-9-2005

Ti scrivo dalla capitale Maputo. Ho accompagnato Luigi Franchini all'aeroporto; penso che stia atterrando ora alla Malpensa. È stato un viaggio molto utile e d'amicizia. Circa i cateteri vescicali, sarebbe bene che tu me ne mandassi 600 al mese. Qui a Maputo sto preparando il mio intervento in un seminario per formatori religiosi, che avrà luogo sabato pomeriggio. Ormai l'ho finito. Resterò fino al 6 ottobre 2005, per un po' di riposo dopo la grande corsa con Franchini. La sera prima di partire per Maputo è arrivata a Quelimane una ventina di pacchetti con le strisce per la glicemia, che ho sùbito portato in ospedale. Grazie!


Maputo, 30-9-2005

Ringrazio le suore di santa Rita per avermi inviato dei soldi che serviranno a curare i malati di Aids. Se ci sono soldi anche per le capanne, mandali con l'indicazione di chi devo ringraziare. Quel fondo è agli sgoccioli e mancano ancora 40 capanne. Tutte le medicine richieste sono arrivate: glibomet, nifedipina, atenololo ecc., più il klacid granulare pediatrico; debbo solo metterle a posto. Grazie!


Maputo, 1-10-2005

Caro don Domenico Lavaggi,
ho saputo da mia sorella Maria Teresa che lei ha inviato un'offerta di 2.500 euro per le nostre necessità in generale. Penso che impiegheremo questa somma soprattutto per aiutare i poveri. Le difficoltà sono in crescita per la povera gente. Ai pochi fortunati che hanno un lavoro gli stipendi sono stati cresciuti del 14%, per minimizzare le difficoltà crescenti del caro-vita. Ma l'aumento del 40% del prezzo della benzina nello scorso luglio ha annullato questa boccata d'ossigeno. I prezzi dei trasporti sono già cresciuti del 40% e tutti i prodotti di prima necessità sono aumentati in proporzione. Quest'epoca dell'anno è propizia per ricevere la sua offerta, perché con novembre iniziano le iscrizioni alle scuole e, per quanto basse siano le tasse scolastiche, molte famiglie non ce la fanno con i quattro o cinque figli e i due o tre nipoti orfani dei genitori, morti per Aids. Le classi elementari (sette) sono gratuite, ma i quaderni e il minimo materiale scolastico deve essere acquistato. In quest'epoca dell'anno molti hanno bisogno di un aiuto extra. Perciò, caro Don Domenico, riceva il mio sincero grazie e quello di un numero molto grande di alunni e di genitori.
P. Aldo Marchesini


Maputo, 1-10-2005

Caro don Gianluigi e cari amici del gruppo missionario di Lèvanto,
ho saputo da mia sorella che anche quest'anno avete fatto la raccolta della giornata missionaria dell'Assunta devolvendo il ricavato alla mia missione. Ve ne sono grato. Quest'anno impiegheremo l'offerta, che è particolarmente generosa (3.700 euro), per finanziare la costruzione delle capanne per i poveri di Quelimane. Ne abbiamo già fatte più di cento e le richieste sono sempre molte. Ne abbiamo in attesa quaranta. La vostra generosità arriva proprio al momento giusto. Il nostro fondo destinato a questa iniziativa era agli sgoccioli; fra due settimane verrà una persona dall'Italia e ci porterà i vostri euro. Speriamo di poter finire dentro l'anno le quaranta capanne in lista d'attesa. Una capanna viene a costare poco più di 100 euro, per cui riusciremo a costruirle tutte, con quel po' di denaro che era rimasto. Oggi è il 1º ottobre, festa della patrona delle missioni, santa Teresa di Lisieux, e inizio del mese di preghiere per le missioni. Facciamo tutti molto affidamento sulla vostra intercessione. Molto riconoscente, vi invio i miei saluti e quelli degli altri miei confratelli.
P. Aldo Marchesini
P.S.: Un mio amico, venuto a trovarmi qui in Mozambico [= Luigi Franchini, n.d.r.], ha fatto foto e una ripresa di due minuti sulla costruzione delle capanne. Mia sorella vi invierà le foto e forse anche il dvd con il breve filmato sull'" operazione capanne ".


Maputo, 2-10-2005

Sarebbe bene che tu mi inviassi il materiale sanitario che dici di avere, cioè i 40 cateteri con palloncino "ch 24" che scadranno nel febbraio 2006 e i 10 tubi tracheali 8, 5 che scadranno nel giugno 2006. Così non andranno sprecati. […] Oggi è finito il seminario dove ho portato la testimonianza che sempre mi chiedono, quando il tema è l'Aids. Martedì andrò a Xai-Xai per visitare la mia antica direttrice Helena, che mi ha invitato insistentemente. Sono 275 km di buona strada. Giovedì tornerò a Maputo.


Quelimane, 9-10-2005

Ora sono di nuovo a casa, a Quelimane. Spero di passare gli ultimi dieci giorni di ferie in tranquillità. Vorrei leggere e scrivere e poi buttar via un monte di scartoffie e cose vecchie, per mettere in gradevole ordine la mia camera. Ho programmato l'inizio dei lavori per lunedì mattina. Spesso mi metto a scrivere qualche riga del racconto O fiore notte. Ne sono contento, perché mi dà grande soddisfazione raccontare questo tipo di ricordi minori e confidenziali. Per questo ho pensato di dedicarli a babbo e mamma. Ve ne mando qualche altro pezzetto.


Quelimane, 16-10-2005

Dopo aver finito di mettere a posto la stanza (tre giorni di lavoro), ora posso contare su un ambiente ordinato e funzionale. Ciò mi rilassa, quando siedo in camera mia. Ho pensato di non fare programmi per questi ultimi giorni di ferie. Vorrei godermeli e basta, leggendo e scrivendo senza mete da raggiungere. Le piogge sembrano ancora lontane. Di giorno la temperatura sale fino a 35º - 38ºC, ma di notte scende sotto i 24ºC. Ho fissato la data del viaggio a Beira, per operare fistole: sarà dal 6 al 13 novembre. Sono arrivati numerosi pacchetti con cateteri venosi, sacche di urina e di colostomia. Ora stiamo più tranquilli. Ricordo le strisce di Ascêntia élite per la glicemia. Ne sono arrivate solo due scatoline. È arrivato "One touch II" in quantità, ma è rimasto in funzione solo l'apparecchietto della pediatria in grado di usare quel tipo di strisce. Vi prego di mandare nidfedipina 20 e 30, amlodipina 5 e 10 e atenololo 50 e 100. Un caro saluto a tutti e un ringraziamento sentito ai benefattori.


Beira, 13-11-2005

Sono a Beira e mi appresto a rientrare a Quelimane nel pomeriggio. I giorni passati qui da lunedì a sabato sono stati una maratona impegnativa. Si sono presentate 21 pazienti, delle quali 18 erano da operare. Lunedì, appena arrivato, io e miei colleghi abbiamo fatto la visita preoperatoria a tutte le pazienti. Martedì abbiamo cominciato, operandone 4 al giorno, dalle 8 alle 15 circa. Ci sono stati casi molto impegnativi, ma io ho dovuto operare come primo chirurgo appena tre pazienti. Tutte le altre sono state operate avendo come primo chirurgo uno dei due alunni mozambicani. Uno è il ginecologo di Chimoio e l'altro è il tecnico di chirurgia di Nhamatanda, a 100 km fra Beira e Chimoio. Sono molto motivati e già maturi anche come chirurghi. In conclusione, ora sta cominciando una nuova era delle operazioni di fistole a Beira. L'interesse (e la soddisfazione) principale non è tanto riuscire a chiudere bene il maggior numero possibile di fistole, quanto impratichire con successo gli apprendisti. Sembra che sia possibile fare una sessione in febbraio, durante il gran caldo, nell'ospedale di Chimoio, ospite di quel ginecologo, che è anche il direttore dell'ospedale. Là fa fresco, a circa 900 metri di altezza. Domani riprenderò la mia attività a Quelimane, dove mi aspettano molti pazienti, come sempre, nel dopo-ferie. La mia salute va bene. Ho fatto i prelievi a Beira. Riceverò i risultati per fax fra pochi giorni. Mentre qui incede maestosa l'estate, vi faccio gli auguri di buon inverno.


Quelimane, 4-12-2005

Spero che tu abbia ricevuto, via e-mail, il progetto del nuovo orfanotrofio di Lioma. Il tecnico di costruzioni mi ha promesso che domani sera mi darà un preventivo della spesa globale. [...] Oggi sono stato fuori tutto il giorno, a vedere l'ospedale in costruzione di Morrumbala e constatare a che punto è l'iniziativa di collegare, via radio, la sede con i posti sanitari periferici, che sono 11. È una cosa molto interessante, perché promette effetti positivi a cascata sul trattamento dei malati. È stato istituito un corso di formazione permanente con il metodo di apprendimento a partire dai problemi. Un sistema stimolante, di cui sono tutti entusiasti.


Quelimane, 5-12-2005

Ieri sono andato a Morrumbala, a vedere l'organizzazione sanitaria di quel distretto. Hanno sistemato una radio in ognuno degli 11 posti sanitari periferici. Nella sede un infermiere raccoglie le chiamate radio con orario dalle 7 alle 12 e dalle 14 alle 17. Ogni mattina alle 7 c'è la ronda di collegamento con tutte le unità. La linea resta sempre aperta ed è nel pronto soccorso, in modo che se qualcuno si collega possa essere udito sempre. Gl'infermieri chiedono indicazioni terapeutiche ai due medici del distretto e, se è un caso da trasferire alla sede, è inviata un'ambulanza a prendere il malato. In questo modo, specialmente per i parti complicati, s'è fatto un enorme passo avanti. Appena l'ostetrica locale vede che il parto si complica presenta il caso ai medici, che, se necessario, mandano un'ambulanza. Naturalmente alle spalle c'è una ONG spagnola che ha organizzato e finanziato tutto. Il prezzo totale degli apparecchi radio che funzionano con onde VHF è stato di 28.000 dollari, meno di una vettura aperta. C'è un ripetitore su una montagna vicina e il raggio d'azione è di circa 100 km. Tutto il distretto è coperto. Il personale è molto contento e si spera che l'iniziativa possa continuare negli anni. È stato pure organizzato un corso di aggiornamento e di formazione permanente con il metodo basato sull'esame di problemi (Problem Based Learning). Mi sono fatto spiegare il metodo e mi hanno dato un po' di materiale da leggere per capire meglio. M'è parsa un'eccellente idea. Spero che sia possibile introdurla anche a Quelimane. Insomma è stato un sabato di aggiornamento molto utile.


Quelimane, 10-12-2005

Cari amici dell'Alsa [un'azienda elettro-sanitaria, n.d.r.],
vi scrivo per sondare la possibile d'acquisto di materiale urgente per il blocco operatorio. Mi occorrerebbe un elettrocoagulatore Aslatom potente, per l'elettrovaporizzazione della prostata, uguale o equivalente a quelli già acquistati anni fa. Oltre a ciò avrei bisogno di almeno 4 aspiratori da corsia o da anestesia. L'Onlus MSA (Medical Support for Africa) del dr Stefano Boriani dell'Ospedale Maggiore di Bologna sarebbe disposta a coprire la spesa. Sto cercando una soluzione per la spedizione via aerea. Il prossimo container sarà spedito molto avanti; perciò, data l'urgenza, non è il mezzo di spedizione adatto. I corrieri non fanno arrivare la merce a Quelimane, ma solo all'aeroporto internazionale di Maputo. Per noi è impraticabile. L'ultima volta usammo la DHL e il trasporto fu rapido e semplice. Bisognerà prima trattare le autorizzazioni doganali, un po' laboriose. Nel frattempo, avrei bisogno di una fattura pro-forma per avere un'idea della spesa. Vi prego di entrare in contatto con mia sorella Maria Teresa Salioni di Milano. Grazie per la cortese attenzione.


Quelimane, 10-12-2005

Cara Maria Teresa,
mi si è improvvisamente oscurata una delle quatto ottiche del cistoscopio per operare le prostate. Non lascia più passare l'immagine. Avrei urgente bisogno di un'ottica nuova (27005 BA ottica da 30º per cistoscopio Storz). Volevo scrivere al Sig. Davide Sabattani, ma non ho in memoria la sua e-mail né quella di Zaccanti. Se fosse possibile, fammela avere tramite padre Gianni; sarebbe un'ottima soluzione. Restituirò l'ottica rotta alla prima occasione di avere un portatore. Grazie. Infine avrei una necessità urgente. Mi servirebbero 20 umidificatori per prese di ossigeno da parete o da bombola. Spero che la ditta sia ancora aperta. Grazie di cuore.


Quelimane, 12-12-2005

Oggi dovevo operare due prostate di séguito e ho fatto la scoperta che anche una seconda ottica ormai è inservibile. Sono perciò due le ottiche da sostituire. Inoltre una delle due camicie che fanno da guaìne al resettore ha la punta tutta consumata e spezzata, per cui avrei bisogno di cambiarla. Il suo codice è... [tralasciamo, n.d.r.]. Ti chiedo quindi di vedere se ci sono i fondi sufficienti per procedere anche a questi acquisti. Se no aspetteremo qualche mese. Grazie di tutto. [N.d.r.: le due ottiche e la guaìna sono già state acquistate con le offerte degli Amici]


Quelimane, 12-12-2005

Cara sig.ra Nanni,
ho saputo da mia sorella che non sarà possibile avere il materiale prima del prossimo anno. Elenco qui le richieste: 1) 1 elettrocoagulatore Excell 350 Cd per poter fare le elettrovaporizzazioni della prostata; 2) 4 aspiratori da corsia per il capezzale. Al momento per l'anestesia non ne abbiamo bisogno. L'importazione è molto laboriosa. Mi servirebbe a breve termine una fattura pro-forma per dare inizio alle pratiche in dogana. Più avanti occorreranno altri documenti che vi specificherò. Uno degli apparecchi in uso si è fermato e il tecnico ha individuato in una placca bruciata l'origine del guasto. Mi consegnerà le referenze al più presto. Spero che questa placca si possa avere più in fretta. Colgo l'occasione per augurarle Buon Natale e Felice Anno Nuovo. Cordialmente.
P. Aldo Marchesini
[Sono stati acquistati 2 elettrocoagulatori e 5 aspiratori. Partiranno per il Mozambico all'inizio di marzo, n.d.r.]


Quelimane, 18-12-2005

Le settimane volano e il Natale è alle porte. Qui non si vede nessun segno esterno, all'infuori di qualche alberello di Natale nei negozi e in ospedale. La vita è carissima, perché si sono sommati gli effetti negativi della siccità estrema e dell'aumento del combustibile. A tutto questo, come se non bastasse, in occasione delle feste di fine anno festeggiate da tutti (cristiani, musulmani e non credenti), i commercianti, per rispondere all'accresciuta domanda, alzano i prezzi. Così i più poveri, in queste feste, dovranno stringere la cinghia più che nel resto dell'anno. È la solita storia: i poveri sono quelli che ci rimettono sempre.
Stiamo svuotando il container, siamo a metà. Gli aspiratori sono già in funzione. Aspettiamo di tirar fuori la lampada scialitica e l'esofagoscopio perduto e ritrovato. Oggi è partito per Bologna il babbo della dr Lucia De Franceschi, a cui ho affidato le due ottiche da portare a Zaccanti. Lo farà appena arriverà. [...] La settimana passata, dopo un giorno di pioggia, il cielo è tornato pulito e la terra di nuovo secca. Il caldo è elevato, sopra i 35ºC e l'umidità, nonostante la siccità, è fortissima, sempre tra 70 e 80%. Dev'essere l'evaporazione del mare qui a due passi. Ieri sono arrivati pacchetti con agende e atenololo e altri anti-ipertensivi. Grazie! A tutti tanti saluti e auguri di Buone Feste.

Quelimane, 15-1-2006

È finita la settimana dopo il mio rientro da Milevane. Le molte cose rimaste in sospeso e accumulate nei giorni di assenza mi hanno occupato tutte le ore. Oggi, domenica, dovrei finire di sistemare le cose relative alla vita domestica, come lettere e apertura pacchi e divisione dei medicinali e dell'altro materiale arrivato. Tutti i padri di passaggio sono già partiti. Dopo gli otto giorni vissuti senza sudare a Milevane, ho ritrovato il tempo tipico di qui, con temperatura dai 28 ai 35ºC secondo le ore del giorno e con umidità dall'80% in su. Anche se il caldo in sé non è molto, si è sempre bagnati e appiccicosi, anche di notte. Bisogna fare la doccia due volte al giorno e per fortuna in casa nostra abbiamo sempre l'acqua corrente, grazie al deposito sopraelevato dove pompiamo l'acqua dalla cisterna sotterranea due volte al giorno. […] Per sei mesi resterà nella nostra comunità fratel Pierino Galuppini, che fu qui dal 1970 al 1975 e dopo andò per 24 anni in Argentina. È esperto di costruzioni e seguirà le opere dell'erigenda casa del PMO [Progetto Mozambico Onlus], che assiste i malati di Aids, a quattro passi da casa nostra in un terreno della Congregazione. Arriverà anche un nostro studente mozambicano che farà uno stage di vita comunitaria fino a luglio. Inoltre a fine mese verranno quattro tecnici di chirurgia per fare uno stage integrale fino a novembre incluso. Ciò mi occuperà abbastanza, perché ne sarò il tutore ufficiale e quindi dovrò seguirli da vicino e promuovere lo studio e l'esposizione di temi e ricerche. […] In maggio ritornerà a Cuba il collega cubano (per un mese e mezzo, calcolando anche i viaggi) e a fine giugno il collega russo siberiano, che probabilmente non tornerà.


Quelimane, 29-1-2006

Questa settimana arriveranno i tecnici di chirurgia per la pratica di 11 mesi nel nostro ospedale; ruoteranno in maternità, chirurgia e ortopedia. Sono una preoccupazione, perché bisogna seguirli e far loro preparare temi e discussioni di casi clinici, a cui poi si deve dare una valutazione. Sono però anche d'aiuto, perché hanno buona volontà e desiderio di lavorare e imparare. Nella seconda metà dell'anno saranno molto utili. […] L'11 febbraio 2006 andrò a Chimoio per una settimana di fistole, su invito del direttore di quell'ospedale che è un ginecologo mozambicano e mio ex alunno di fistole quando andavo a Beira. […] Di salute vado abbastanza bene. A volte mi stanco di più, a volte di meno. In febbraio farò i controlli qui a Quelimane e gli esiti saranno inviati a Beira assieme a quelli degli altri pazienti del day hospital. La stagione si sta mitigando. Ci sono giorni in cui non si suda dalla mattina alla sera. Piove spesso e ciò contribuisce a quell'alternanza di clima che dà sollievo. Un caro saluto a tutti.


Quelimane, 5-2-2006

Dall'11 al 19 febbraio sarò a Chimoio per operare fistole. Dai distretti arrivano sempre nuovi malati con prostate e fistole, di cui ormai sono diventato il patrono. I programmi operatori si dilatano a dismisura per farci star dentro anche i nuovi venuti. Hanno fatto centinaia di chilometri e non hanno familiari a Quelimane, cui appoggiarsi. Non resta che internarli e tollerare che occupino un letto per i giorni d'attesa dell'operazione. [...] Ieri è arrivato un secondo alunno tecnico di chirurgia (di quattro). Oggi dovrebbe arrivare il terzo, mentre il quarto, che è una ragazza, arriverà il 10 marzo. Per me sarà un anno impegnativo perché io sono il coordinatore dello stage di 11 mesi. [...] La salute va abbastanza bene; venerdì prossimo farò i prelievi per gli esami dei CD4 e carica virale. [...] Sono circondato da padri e suore e infermieri con malaria, mentre io resisto ancora bene. Spero di continuare così, perché le forme che ci sono adesso sono resistentissime e si protraggono per mesi. [...] La gente è contenta perché i campi sono rigogliosi. Il riso sta crescendo molto bene. Se una famiglia riesce a produrre 20 sacchi di riso, ha il piatto base assicurato per un anno. La disoccupazione è la regola e tutti vivono di piccoli servizi e mini-commercio. Il numero di quelli che bisogna aiutare perché possano sopravvivere è sempre alto. Un grazie sentito a tutti i benefattori che sostengono le nostre iniziative con la loro generosità.

Padre Aldo Marchesini



[Alla fine di aprile 2006 padre Aldo rientrerà in Italia. Il 7 e l'8 maggio 2006 terrà due conferenze a Milano sull'Aids. Non ha ancora deciso per quanto tempo si tratterrà]
( modificato in data 3-12-2012)
Torna al menu
Utenti online